Festa del papà con le zeppole, classiche o “gourmet”, in golose varianti, di Vincenzo Ferrieri

La zeppola di San Giuseppe, bontà simbolo della Festa del Papà e - più in generale - dolce tipico di questo particolare periodo (fa capolino infatti nelle vetrine di SfogliateLab tutto l'anno, per diventarne poi la protagonista quasi assoluta da fine febbraio a fine marzo), è stata rivisitata dal pasticciere Vincenzo Ferrieri che, oltre a prepararla nelle due versioni classiche (un bignè di pasta choux, fritto oppure al forno,  farcito con crema pasticciera e rifinito con un'amarena sciroppata e una spolverata di zucchero a velo), la propone anche in versioni "gourmet", ovvero farcita con crema al pistacchio, con panna e fragoline, con panna e cioccolato, oppure ricoperta con una golosa glassa al cioccolato e farcita e guarnita con crema al pistacchio.
La zeppola è un dolce tipico campano che ha origini antichissime: diverse poesie e filastrocche narrano infatti che Giuseppe, in fuga verso l'Egitto con Maria e Gesù, per sostenere la famiglia si fosse dato al mestiere di "frittellaro". Non è sicuro che questa sia la vera origine della zeppola, ma non c'è modo più adatto -  e goloso - per festeggiare tutti i papà del mondo.

Post popolari in questo blog

Carros De Foc per la prima volta in Italia: arte musica e gusto al Nabilah per una tre giorni d'eccezione

Taste Nic: pasquetta dai sapori stellati in riva al mare al Nabilah

Domenica 28 aprile “Illuminiamo il Volley” sul lungomare Caracciolo: per vincere insieme

Sabato 20 aprile I Fitness Forever a Torre del Greco per il sesto appuntamento della rassegna Indie ‘e Vene

Dal 2 maggio Pentalogy: cinquanta fotografi in mostra alla Federico II per mostrare le varie facce della scienza

Domani, giovedì 18 aprile, “La mafia è buona!”: presentazione del volume di Catello Maresca e Paolo Chiariello. Un momento per riflettere sulle nuove frontiere della criminalità organizzata

Due proposte di legge a favore della musica nelle scuole: che si studi sin dall'infanzia e che la sua sua storia sia insegnata nei licei