Giovedì 26 aprile inaugurazione di "Città arte e vita" al Suor Orsola Benincasa

Al Suor Orsola musica cinema arte e letteratura per raccontare le più belle città italiane: al via la prima edizione interamente dedicata a Napoli


Appuntamento inaugurale su "Filosofia e memoria" in ricordo di
Gerardo Marotta ed Antonio Ianniello

Da giovedì 26 aprile 2018 alle ore 15 a martedì 1 maggio

Biblioteca Pagliara
Università Suor Orsola Benincasa
C.so V. Emanuele 292 - Napoli

Il cinema, la musica, l'arte o la letteratura per raccontare le evoluzioni urbanistiche e sociali delle città italiane più belle. È l'obiettivo del ciclo di incontri culturali multidisciplinari "Città arte e vita" ideato dal CRIE, il Centro di Ricerca sulle Istituzioni Europee dell'Università Suor Orsola Benincasa. La prima edizione sarà interamente dedicata e Napoli e prenderà il via giovedì 26 aprile alle ore 15 nella Sala Pagliara del Suor Orsola con un incontro dedicato al tema "Filosofia e miseria a Napoli".
L'appuntamento inaugurale è stato organizzato in memoria del presidente dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Gerardo Marotta, e del presidente di Italia Nostra, Antonio Ianniello replicando il titolo del documentario televisivo "Filosofia e miseria a Napoli" realizzato nel 1984 dal gruppo di ideazione e produzione "Cronaca" della Rai coordinato da Renato Parascandolo
Un'inchiesta televisiva sulla Napoli del post terremoto, girata in collaborazione proprio con Gerardo Marotta e Antonio Iannello, nella quale si alternano le interviste ai terremotati (che protestano contro le precarie condizioni igienico sanitarie in cui sono costretti a vivere e reclamano l'assegnazione di alloggi dignitosi) alle riprese di seminari e conferenze dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici. 
L'incontro sarà aperto dagli interventi del Rettore dell'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Lucio d'Alessandro, del Presidente dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Massimiliano Marotta e del direttore del CRIE, Francesco De Sanctis. Dopo la proiezione del docufilm discuteranno di "Filosofia e miseria a Napoli" tra passato presente e futuro il sociologo Sergio Marotta, l'urbanista Michelangelo Russo e i giornalisti Francesco Iannello e Renato Parascandolo che nel 1984 furono tra gli autori dell'inchiesta.

Da Caravaggio a Francesco Rosi: Napoli tra arte, cinema e letteratura
Il programma completo fino al 4 Giugno
Dopo l'appuntamento filosofico inaugurale ci saranno ben sette incontri in meno di un mese per la prima edizione 'monografica' della rassegna "Città arte e vita": dal 9 Maggio al 4 Giugno. Si parte dalla pittura tra cinema e romanzo con Ossidiana di Silvana Maja e l'intervento dello storico dell'arte Stefano Causa. Poi spazio per il cinema con la "Napoli di Francesco Rosi" raccontata dallo storico dell'architettura Andrea Maglio e per l'arte con Napoli con gli occhi di Caravaggio riscoperta nella narrazione del volume del giornalista Francesco De Core, illustrata dalle fotografie di Sergio Siano e riletta dalla sociologa Maria d'Ambrosio.
Doppio appuntamento musicale con una riflessione su "Rock, jazz e populismo" per raccontare con lo storico Eugenio Capozzi il Neapolitan power negli anni Settanta e con "La nevicata del '56" di Mia Martini (Premio della critica a Sanremo nel 1990) che diventa lo spunto di un dibattito sulla Napoli degli anni '50 a cura di Daniela Cardone, docente di Estetica della città al Suor Orsola. Si parlerà invece di arte contemporanea con la riflessione politologica sulla street art affida a Davide De Sanctis, docente di sociologia giuridica all'Università Federico II di Napoli e si chiuderà questa prima edizione guardando al futuro "osservando le prospettive di Napoli dall'alto con l'occhio dei droni" accompagnati da Igor Scognamiglio, docente di Tecniche cinematografiche all'Università Suor Orsola Benincasa.
Programma completo del ciclo di incontri su www.unisob.na.it/eventi