Domenica, 2 dicembre, alle 19.00, aperi-teatro con Gea Martire al Palazzo dello Spagnolo


Domenica 2 dicembre alle ore 19:00 l'appuntamento è con l'Aperi-teatro con Gea Martire che si terrà al Palazzo dello Spagnolo, in Via Vergini 19, nei pressi di Piazza Cavour.

Vivacità ed intensità, ad alta densità di riflessioni, con lo spettacolo "Contiamola giusta", al seguito di un "tammorraio magico" com'è giusto che sia nella fascinosa ed esoterica città delle Sirene, con tante storie da narrare.

L'appuntamento è promosso dall'associazione culturale Brodo, presieduta da Viola Bufano.


CONTIAMOLA GIUSTA
con Gea Martire e Lello Ferraro 

Si tratta di un reading vivace, intenso, denso.

Con musica. L'inizio è una tammorra. Il suo suono profondo, antico, trascina. Impossibile non seguire il "tammorraio" magico.

Nella scia di note battenti rotoliamo in altri mondi e possibilità, nelle storie che tuttavia conservano la crudezza di questo mondo e delle nostre impossibilità.

Tre: la storia di mastu Francesco, da una raccolta di racconti orali della tradizione contadina curata da Roberto De Simone, quella di una madre tormentata dal mal di denti e dalla cocente delusione di una figlia senza speranza, tratta da Le tragedie minimali di Annibale Ruccello.

infine la graffiante scrittura di Massimiliano Palmese ci confida, in segreto, come e perché l'Italia sia giunta a meritare la punizione divina di un grandissimo "Pocalisse". 

La tammorra, la chitarra e la voce di Lello Ferraro si infilano, a tratti, nelle parole e arricchiscono i racconti di suggestioni evocative e teneri sberleffi.

Riunirsi per ascoltare una voce capace di condurre altrove attraverso la magia di racconti è cerimonia antica che si svolgeva intorno al fuoco di una stanza, di un cortile, di una stalla.

L'intento di "Contiamola giusta" è  interessare, incuriosire, divertire per un'ora e dieci minuti. Catturare l'attenzione di chi ascolta, come avveniva un tempo.

Chissà se, all'epoca, al termine di un racconto ne chiedevano altri, mai sazi, come i bambini. A noi piacerebbe se, alla fine, ci sentissimo dire: Ancora! Ancora!

Il costo della serata é di 15 euro a persona.

Prima dello spettacolo  saranno servite:

Quiche Lorraine
Quiche Patate e Porri
Assaggi di formaggio e salame
Insalata patate, olive e pomodori secchi
Gateau di patate
Frittata di pasta
Frittata di cipolline
Salsiccette al vino
Acqua minerale
Cocktail all'arancia
Succhi di frutta
Vino

Per prenotare è necessario inviare un'e-mail a violabufano@gmail.com o chiamare al 328-3849804 specificando il numero di prenotazioni, i nominativi e i recapiti cellulari.

N.B. La prenotazione é obbligatoria! In caso di disdetta, comunicare entro le 48 ore precedenti l'evento per consentire l'inserimento di persone in lista di attesa.