Dopo il successo dell'inaugurazione l'appuntamento è per giovedì 2 maggio a Villa di Donato con i progetti di Traveling Canvas


TRAVELING CANVAS - IN ANTEPRIMA A NAPOLI E POI....IN TUTTO IL MONDO!

Dopo il successo dell'inaugurazione, svoltasi lo scorso 26 aprile nella Sala delle Carceri di Castel dell'Ovo gli appuntamenti collaterali continueranno a Villa di Donato giovedì 2 maggio.

L'esposizione nasce dalla collaborazione fra l'Istituzione Culturale Art1307 e Quotidian, la mostra a cura di Cynthia Pennajill moniz, ed è sostenuta dall'Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Dieci quadri per dieci artisti di tutto il mondo (Marie Fatou Kiné AW, Yuki Kamide, Claudia Meyer, Ana Rodriguez, Carla Viparelli, Dawit Abebe, Dino Izzo, Yasunari Nakagomi, Miguel Osuna, Duane Paul), una staffetta di tele (da qui "traveling  canvas", "tele nomadi") che hanno viaggiato passando di mano in mano, e su cui ognuno ha lasciato un segno.

Una chiamata alla valorizzazione della diversità in quanto risorsa e alla capacità di creare bellezza superando le barriere a cui la città di Napoli ha risposto con entusiasmo: testimonianza ne è stata la
"costellazione" di eventi collaterali che si sono sviluppati intorno al progetto:


Giovedì 2 maggio 2019 , ore 21,30Villa di Donato (Piazza S. Eframo Vecchio, Napoli) "ATTESA DI DIO" - spettacolo derivante dal laboratorio teatrale integrato "Intrecci Di Infiniti Mondi" promosso e organizzato da Less Onlus, a cura di ManoValanza e condotto dalla regista e drammaturga Adriana Follieri, progetto di arte per il sociale finalizzato all'integrazione, al contrasto al pregiudizio e alle discriminazioni.

Il progetto TRAVELING CANVAS sarà seguito nella sua interezza e nelle sue diverse fasi da #3D MAGAZINE, rivista cult di approfondimento che fa dello "storytelling" un efficace mezzo di comunicazione e racconto.