Marta, un soffio di vita di Daniela Merola: martedì 9 aprile, alle 18, la presentazione alla Mondadori del Rione Alto

Continuano con successo le presentazioni del romanzo "Marta, un soffio di vita", edito da LFA PUBLISHER, di cui è autrice Daniela Merola, giornalista, blogger , operatore culturale e scrittrice .

Un romanzo che ha colpito per immediatezza e veridicità della storia.

La presentazione del romanzo di narrativa contemporanea arriva ora a Napoli presso la Mondadori del rione alto, in via O. Fragnito, martedì 9 aprile alle ore 18:00.

A moderare l'incontro la professoressa e scrittrice Enza D'Esculapio con l'intervento della scrittrice Chiara Tortorelli. Le letture saranno di Marisa Giuliani.

"Marta, un soffio di vita" è la storia di una combattente, di una donna riemersa dalle zavorre mentali e dai fantasmi di un passato doloroso.

E' la storia di una donna  che non riesce a trovare "un soffio di vita" come recita il titolo.


LIBRO DI DANIELA MEROLA: TEMA CENTRALE E SINOSSI

"Marta, un soffio di vita" di Daniela Merola, edito da LFA publisher è uscito lo scorso 8 febbraio ed è la storia di una anaffettività autodistruttiva che non trova pace.

E' la storia di Marta, una donna inseguita dai suoi fantasmi mentali e con una rabbia ed ira dentro che la divora ogni giorno di più.

L'anaffettività che ha vissuto nella sua infanzia e giovinezza la portano ad annientarsi in rapporti sentimentali squilibrati e a cercare approvazioni che non colmano questo suo vuoto affettivo ed emotivo. L'autodistruzione domina la sua esistenza e la porta a commettere molti errori.

Appesa tenacemente ad un flebile soffio di vita Marta fino alla fine lotterà per trovare un equilibrio che la possa far rinsavire.

"Marta, un soffio di vita", un romanzo crudo, scarno, senza fronzoli narrativi, denso di dialoghi  attraverso i quali si dipana il racconto, chiuso nell'immediatezza della descrizione dei sentimenti, non concede spazio ad orpelli esterni.

Tutto ciò permette al lettore di entrare immediatamente nel vivo della storia e gli consente do vivere le emozioni insieme alla protagonista che lotta per affermare il senso della sua esistenza ed il suo volersi sentire viva e vitale, ma anche per ritrovare quell'equilibrio e quella razionalità che troppo spesso ha smarrito.

"Marta, un soffio di vita" regala colpi di scena fino all'ultima pagina, perché tratta argomenti nevralgici, come la ricerca di un equilibrio psico-fisico che molte donne perdono per tante ragioni.

Un libro che racconta la depressione autolesionistica che molte donne combattono e da cui sono divorate.


LA STORIA

Marta Renzulli è una donna realizzata nella professione con un matrimonio fallito alle spalle.

Ha avuto una gioventù difficile caratterizzata da incomprensioni e mancanza d'amore da parte dei  genitori.  Questo l'ha portata ad una instabilità emotiva che si traduce in  atti autolesionistici.

Decide di ritornare al suo paese d'origine per riflettere sulla sua vita, mettendo in stand by il suo lavoro, ma viene investita da un'altra grande delusione: i suoi genitori l' hanno esclusa dal testamento.

E' un duro colpo per lei. La vita di Marta viene scombussolata di nuovo.

Sarà l'affetto dei nuovi amici Alfio e Alfia e un nuovo amore con il veterinario del paese, un uomo caparbio che comprenderà gli affanni mentali di Marta, che la aiuteranno a desistere dall'autodistruzione. Una sorpresa finale le darà modo di trovare il suo soffio di vita.

"FRASE CHE RIASSUME IL LIBRO"

"Una donna alla ricerca di sé, un tormento che non le da tregua, un ex marito, una cavalla che adora, il paese d'origine, un nuovo amore, una sorpresa finale".

"FRASE CHE RACCONTA IL LIBRO"

"Il passato è rinchiuso in un cassetto che non vale più la pena riaprire"


Post più popolari